Storia e mitologia di ALCEI

Alcei nella storia e nella mitologia greca

Gli Alcei storici sono tre poeti; il più famoso è quello di Mitilene.

Alceo di Mitilene(Lesbo), nato da famiglia aristocratica intorno al 630 a.C. (e quindi più vecchio della sua conterranea Saffo), oltre che poeta lirico fu fortemente impegnato nelle vicende politiche della sua città. Per questo suo impegno fu costretto all’esilio a Pirra (sempre nell’isola di Lesbo) e poi in Egitto e in Tracia. Di lui restano circa 150 frammenti.

Questo il giudizio che ne dà Quintiliano:
“Questo poeta è ben degno di quel plettro d’oro che gli vien dato, allorché acceso da un magnanimo sdegno, si scatena contro i tiranni. Egli è anche utile pé costumi. Il suo stile è ricco esatto e conciso; spesso agguaglia lo stesso Omero, ma scende talvolta persino a scherzare coi Vezzi e con gli Amorini, e non vi riesce come né grandi soggetti”

A lui si ispirò anche Orazio che dopo aver parlato dell’ardente ed affettuosa Saffo…:
“E voi, Alceo, che con aureo plettro, e con tono più elevato cantate le dure fatiche della guerra e del mare, e le noie dell’esilio”

Un altro Alceo storico fu Alceo di Messene, poeta vissuto tra il III ed il II secolo a.C. Autore di giambi ed epigrammi alcuni dei quali diretti contro Filippo V di Macedonia.

Un terzo Alceo (circa IV sec. a.C.), poeta della commedia antica, scrisse dieci commedie, ma ne restano solo pochi frammenti.

Gli Alcei mitici sono molti. Anzitutto Alceo viene da alkè, forza, ed è uno dei nomi primitivi di Eracle.

Si chiamano Alceo anche il nonno, un figlio, un nipote e un amico di Eracle; come molte storie della mitologia, questa è un pò complicata.

Perseo (l’eroe che uccise la gorgone Medusa) salvò dal mostro Andromeda, la sposò e ne ebbe vari figli, tra cui Alceo. Il quale sposò Lisidice, da cui ebbe Anfitrione, marito di Alcmena. Zeus in una delle sue avventure assunse le sembianze di Anfitrione e giacque con Alcmena: dalla loro unione nacque Eracle, che per ricordarne la sua discendenza da Alceo fu detto anche Alcide. Così si chiude il cerchio di discendenze ed ascendenze di Alceo con Zeus, se si ricorda che Perseo era figlio di Zeus e di Danae.

Eracle ebbe poi un figlio da Malide, schiava di Onfale, che chiamò Alceo e fu il primo degli Eraclidi. Cleolao, altro figlio di Eracle, sposò Argela figlia di Testio. Cleolao, come tutti gli altri Eraclidi, fu scacciato dal Peloponneso e costretto a ritirarsi a Rodi con moglie e figli; uno di questi figli si chiamava, anche lui, Alceo e fu padre del primo re della seconda dinastia dei Lidj.

Eracle nella spedizione contro Amico, re di Bebricia nella Misia, ebbe al suo fianco un altro Alceo, figlio di Androgeo e nipote di Minosse re di Creta. Eracle, in riconoscenza dei suoi servigi, lo fece re di una parte della Tracia.

Alceo si chiamava anche uno dei generali di Radamanto, al quale questo principe diede l’isola di Paro come ricompensa per i suoi servigi. Radamanto, figlio di Zeus e Europa, fratello di Minosse, è uno dei giudici dell’Ade; fu lui che insegnò ad Eracle a tirare con l’arco.

Fermiamoci qui… :-)