Dichiarazione di principi

ALCEI: che cos’è

ALCEI è una libera associazione di cittadini che ha per scopo la difesa, lo sviluppo, l’affermazione dei diritti del “cittadino elettronico”: ognuno di noi nel momento in cui usa un sistema o di un servizio telematico; e comprendendo anche ogni persona che, pur non avendo o non usando abitualmente la rete, ne utilizza i servizi per ricevere o trasmettere informazioni o per qualsiasi altra attività.

Un’affermazione e una difesa di diritti che riguardano tanto presenti e future legislazioni quanto la pubblica conoscenza dell’argomento e la prassi quotidiana; e che coincidono con i doveri del cittadino elettronico, come il rispetto della privacy altrui.

Chiunque può far parte di ALCEI; ma chiunque violi i principi fondamentali del diritto, della convivenza civile e della correttezza nel comportamento telematico può esserne escluso.

ALCEI: che cosa vuole

ALCEI sostiene il diritto per ciascun cittadino di esprimere il proprio pensiero in completa libertà, come di avere piena tutela della privacy personale: e si oppone con forza ad ogni tentativo di limitare questi diritti.

ALCEI si oppone con attiva e civile protesta anche contro la censura, ogni volta che questa si presenti e sotto qualsiasi forma essa sia mascherata; cosi come a ogni tentativo da parte di chiunque di impedire od ostacolare la libertà di chi esprime opinioni diverse dalle proprie.

ALCEI difende tutti: dal singolo utente, diretto o indiretto, del più piccolo sistema telematico o dei grandi centri di editoria elettronica, fino a operatori e gestori di siti e reti, con particolare attenzione a quei nuclei che, senza finalità commerciali, operano per passione e con spirito di servizio.

ALCEI difende chi usa l’internet o per qualsiasi altro tramite usa la telematica per scopi professionali o coltiva attraverso la telematica una ricerca culturale, una curiosità, un divertimento o una propria privata passione.

ALCEI difende chi paga l’accesso alla rete come chi vi accede gratuitamente – per esempio nelle università o nelle imprese pubbliche o private – ma non per questo perde i “diritti telematici” né deve rinunciare alla riservatezza dei suoi dati e delle sue comunicazioni personali. Diritti che sussistono sia sulle reti più libere e aperte, sia sui sistemi più chiusi.

ALCEI intende proteggere anche operatori e gestori dei nodi e servizi di comunicazione, opponendosi alla pretesa di considerarli “oggettivamente responsabili” per ogni informazione od opinione disponibile sul loro sistema e a ogni altra interpretazione o regola che possa menomare la loro libertà professionale e ostacolare il loro prezioso ruolo culturale e sociale.

Più in generale, ALCEI intende intervenire, anche legalmente ove questo fosse necessario, in tutti gli ambiti nei quali le pur giuste esigenze di sicurezza dei sistemi e le pressioni di carattere economico e-o politico rischiano di comprimere lo spazio della libertà d’espressione.

ALCEI non pratica alcuna discriminazione di carattere filosofico, religioso, etnico, politico, ideologico. ALCEI è completamente indipendente da partiti o movimenti politici.


ALCEI: che cosa fa

ALCEI intende essere un punto di documentazione di tutti i casi in cui la libertà e i diritti del cittadino utente telematico siano lesi o siano a rischio.

ALCEI intende intervenire ove la libertà di espressione sia comunque compressa, ove sia impedito limitato o discriminato il diritto di accesso ai servizi di base o la scelta di “con chi” comunicare.

Ciò in ogni caso: che dipenda da condizioni giuridiche o da azioni politiche, da controlli burocratici-amministrativi, dal privilegio di tutela dato ad interessi o pressioni di carattere economico – o motivati dalle pur giuste esigenze di sicurezza, che possono e devono attuarsi senza interferire con la libertà e la privacy individuale.

ALCEI intende essere presente là dove lo sviluppo sempre più rapido delle tecnologie di comunicazione apre immense possibilità – per difendere e affermare, negli spazi oggi esistenti come in quelli che nasceranno, i diritti e la libertà del “cittadino elettronico”, contro ogni forma di repressione

ALCEI: il suo raggio d’azione, i suoi modi di intervento

ALCEI non si limita a fare campagne d’opinione, ma il suo strumento prioritario
e preferito è l’intervento presso i “mass media” e in ogni altro luogo di formazione dell’opinione pubblica: utilizzando rapporti il più possibile diretti e aperti con
i mezzi di comunicazione tradizionali, scritti e audiovisivi; ma usando in tutta l’ampiezza delle sue possibilità la comunicazione telematica, su scala nazionale
e mondiale.

ALCEI fa pieno uso degli spazi di dialogo e dei collegamenti elettronici disponibili e operanti in Italia e nel mondo – e favorisce l’aprirsi di nuovi canali di comunicazione interattiva se questi servono ad accrescere la libertà e lo spazio di esplorazione dei cittadini utenti.

ALCEI intende difendere il diritto di ogni cittadino telematico di qualsiasi sistema – piccolo o grande, indipendente o commerciale, pubblico o privato – al libero e pieno accesso a spazi di discussione e civile confronto.

Il flusso informativo viene riversato e scambiato con comunità internazionali, organizzazioni che hanno i medesimi scopi e “cittadini elettronici” di tutto il mondo, attraverso canali telematici trasparenti e interattivi.

ALCEI non intende essere solo un’associazione per la “difesa dei consumatori”, ma un punto di produzione e sviluppo della cultura della comunicazione interattiva, un momento di iniziativa per la crescita di consapevolezza per tutta la società italiana delle implicazioni produttive, sociali, civili proposte dalla “frontiera elettronica” della comunicazione dal carattere cruciale di questo strumento interattivo per la vita democratica delle comunità e del paese.

ALCEI non è solo un’associazione di difesa. È e vuole essere un’agenzia della consapevolezza finalizzata alla raccolta, elaborazione e diffusione di notizie. Fonte ed emittente di informazione e comunicazione; e insieme soggetto giuridico, pronto ad agire in tutte le sedi per affermare i diritti del cittadino elettronico.

ALCEI: cosa non è e cosa non fa

ALCEI non è una lobby a disposizione di imprese, gruppi o interessi particolari; non è un sindacato, né una corporazione; non é un partito, né tanto meno un’organizzazione “fiancheggiatrice”.

ALCEI vive dei contributi, economici e professionali, dei suoi aderenti: non accetta sovvenzioni statali o governative. Può accettare contribuzioni da privati, singoli, enti, imprese od organizzazioni, ma solo in quanto sottoscrizione dei suoi obiettivi e non come condizionamento della sua azione.

ALCEI non definisce la telematica e le comunicazioni elettroniche come l’uso di specifiche tecnologie (quali modem, computer e procedure di trasmissione). Al di là di ogni sviluppo tecnologico, rimane la telematica come realtà di comunicazione interattiva, espressione umana e civile del libero scambio fra liberi cittadini di tutto il mondo.